Lotteria degli scontrini In evidenza

La lotteria nazionale degli scontrini è il nuovo concorso a premi gratuito, che parte il 1° gennaio 2021.

Possono partecipare tutti i cittadini maggiorenni e residenti in Italia che acquistano beni e servizi con strumenti di pagamento elettronici (bancomat, carta di credito, carta di debito) per i quali è rilasciato un documento commerciale (il vecchio “scontrino”) mediante un registratore telematico o la procedura web messa a disposizione dall’Agenzia delle Entrate. Ogni acquisto genera biglietti “virtuali” che consentono di partecipare alla lotteria: ogni euro speso dà diritto a 1 biglietto, fino a un massimo di 1.000 biglietti per uno scontrino pari o superiore a 1.000 euro.

Il biglietto vincente per il consumatore determina automaticamente anche la vincita per l’esercente.

Per gli esercenti sono previsti i seguenti premi: 

• per le estrazioni settimanali, 15 premi da 5.000 euro ciascuno 

• per le estrazioni mensili, 10 premi da 20.000 euro ciascuno 

• per l’estrazione annuale, un premio da 1.000.000 di euro.

Prima di emettere lo scontrino, l’esercente deve scansionare il codice lotteria con un lettore ottico collegato al registratore telematico (o digitarlo sul tastierino del registratore stesso), memorizzare i dati dell’operazione, accettare il pagamento con carta, bancomat o altro strumento elettronico di pagamento ed emettere il documento commerciale. Su quest’ultimo, pertanto, dovrà essere riportato sia il codice lotteria del cliente che l’evidenza dell’importo pagato in elettronico. Sarà poi il registratore di cassa, in automatico, a trasmettere i dati al sistema della lotteria (gestito dall’Agenzia delle Entrate e dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli).

Non possono partecipare alla lotteria degli scontrini gli acquisti per i quali il consumatore richiede all’esercente l’acquisizione del proprio codice fiscale al fine di usufruire di detrazioni o deduzioni fiscali (per esempio, gli acquisti di prodotti sanitari in farmacie, gli acquisti in parafarmacie, ottici, eccetera).

Non è previsto l’obbligo, ma nel caso in cui l’esercente al momento dell’acquisto rifiuti di acquisire il codice lotteria, il consumatore può segnalare tale circostanza nella sezione dedicata del portale Lotteria del sito internet dell’Agenzia delle Entrate. Tali segnalazioni sono utilizzate dall’Agenzia delle entrate e dal Corpo della Guardia di Finanza nell’ambito delle attività di analisi del rischio di evasione.

Il nostro Studio è pronto!


Se vuoi ricevere ulteriori informazioni o sei interessato ai nostri servizi, contattaci

 

smoro authorbox  

Scritto da: Valentina Brollo


Laureata triennale in Economia aziendale nel 2017, attualmente iscritta al corso magistrale di Economia e commercio. Ho affiancato il lavoro nello studio professionale e frequenza universitaria al fine di maturare sempre maggiori competenze. Collaboratrice dello studio di Pordenone dal 2020, mi occupo di imprese e professionisti.

Share this post

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
 

Ultima modifica il Giovedì, 17 Dicembre 2020 08:54
Torna in alto