Crisi d’impresa: il (NON) rinvio In evidenza

Leggere con ATTENZIONE: tutte le imprese sono coinvolte!

Recentemente il Governo, a fronte dell’aumento delle imprese in difficoltà (anche a causa della pandemia), ha emanato il Decreto Legge 118/2021, convertito con modificazioni dalla Legge 147/2021, al fine di fornire nuovi ed efficaci strumenti per prevenire e affrontare situazioni di crisi delle imprese italiane.

Con il DL 118/2021 si è stabilito:

  • il rinvio al 16 maggio 2022 dell’entrata in vigore del Codice della crisi d’impresa, per la parte riguardante gli istituti sostitutivi della Legge Fallimentare, al fine di adeguarli alla direttiva UE n. 2019/1023 (si vuole uniformare il trattamento delle imprese in crisi in ambito europeo);
  • l’istituzione della composizione negoziata della crisi, che rappresenta un nuovo strumento finalizzato al tentativo di mediazione con i creditori sociali per il recupero delle imprese in difficoltà. Si tratterà di un percorso accessibile esclusivamente su base volontaria da parte degli imprenditori, attivabile tramite apposita piattaforma telematica, dietro presentazione di un apposito piano di risanamento. Un esperto indipendente (che NON potrà essere il vostro consulente di fiducia) affiancherà l’impresa al fine di agevolare le trattative con i creditori, necessarie per la ripresa dell’attività aziendale in continuità. L’attuale Legge Fallimentare ancora temporaneamente in vigore viene modificata al fine di renderla compatibile con lo strumento di composizione negoziale;
  • il rinvio al 31 dicembre 2023 delle misure di allerta, al fine di poter verificare l’efficacia della composizione negoziata e modificare eventualmente i meccanismi di allerta (es. gli indici provvisori approvati dal CNDCEC e le soglie di allerta automatica da parte della P.A.) contenuti nel Codice della crisi, evitando segnalazioni automatiche di imprese solitamente “virtuose”.

La “nuova” proroga non interessa le disposizioni del Codice Civile in materia di assetti organizzativi dell’impresa individuale, società ed enti e di responsabilità personale patrimoniale degli amministratori, che rimangono quindi confermati ed in vigore dal 16 marzo 2019:

  • art. 2086, adeguati assetti amministrativi, organizzativi e contabili
  • art. 2475, istituzione degli adeguati assetti a cura degli amministratori
  • art. 2476, responsabilità degli amministratori
  • art. 2486, poteri degli amministratori
  • art. 1176, diligenza degli amministratori.

Rimane pertanto confermato quanto fino ad oggi comunicato a mezzo circolari e news, e pertanto:

l’obbligo da parte degli imprenditori individuali di adottare misure idonee a rilevare tempestivamente lo stato di crisi e assumere senza indugio le iniziative necessarie a farvi fronte e, per l'imprenditore che operi in forma societaria o collettiva, l’obbligo di istituire un assetto organizzativo, amministrativo e contabile adeguato alla natura e alle dimensioni dell'impresa, anche in funzione della rilevazione tempestiva della crisi dell'impresa e della perdita della continuità aziendale, nonché di attivarsi senza indugio per l'adozione e l'attuazione di uno degli strumenti previsti dall'ordinamento per il superamento della crisi e il recupero della continuità aziendale.

Non sono previste “multe” in caso di inadempimento, ma la sanzione sostanzialmente è rinvenibile nella responsabilità personale patrimoniale degli amministratori delle aziende, che saranno chiamati a pagare i debiti delle imprese in crisi di tasca propria, mediante il loro patrimonio personale.

Lo Studio rimane a vostra disposizione per assistervi nell’adozione delle misure idonee e nell’istituzione degli adeguati assetti nella vostra attività.

 


Se vuoi ricevere ulteriori informazioni o sei interessato ai nostri servizi, contattaci

 

smoro authorbox  

Scritto da: Simone Moro


Sono iscritto al Registro dei Revisori Contabili. Mi occupo principalmente di consulenza e pianificazione strategica in materia fiscale, aziendale e societaria, controllo di gestione, certificazione domande di contributi pubblici e di gestione del team.

Share this post

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
 

Ultima modifica il Giovedì, 04 Novembre 2021 15:57
Torna in alto